fbpx

G Governo/Regione

ALBERTO STEFANI: "DA ROMA SOLDI PER SCUOLE E STRADE"

CONTRIBUTI AI COMUNI: PER L'ALTA PADOVANA PIU DI 2,5 MILIONI DI EURO DALLA FINANZIARIA

Sono quasi 3 i milioni di euro, veicolati dalla legge di bilancio, che da Roma saranno erogati in favore dei comuni medio-piccoli dell'Alta Padovana e vincolati alla realizzazione di lavori pubblici urgenti come manutenzione di scuole, realizzazione di strade, sistemazione del dissesto idrogeologico. A comuni di piccole dimensioni come Gazzo, San Pietro in Gu, Saccolongo, Campodoro spetteranno 50 mila euro ciascuno. Alla gran parte di comuni dell'Alta (comuni  tra i 5.000 e 10.000 abitanti), arriveranno invece 70 mila di euro. Si tratta di Comuni di medie dimensioni del calibro di Borgoricco, Camposampiero, Santa Giustina, Loreggia, Fontaniva, Curtarolo, Galliera Veneta.

"Il fondo, complessivamente composto da 400 milioni di euro, identificato dalle disposizioni contenute comma 63-bis – prosegue il deputato Alberto Stefani – è destinato ad investimenti per i piccoli e medi Comuni, sarà subito attribuito e subito spendibile per le necessità più contingenti, al fine di favorire gli investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade edifici pubblici e servizi a rete. Un segnale deciso nella direzione della tutela delle piccole realtà locali, che travalica i rigorismi dei vincoli di finanza pubblica. E' nostra ferma convinzione che il rilancio dell'economia descriva un suo segmento imprescindibile nel rilancio dell'economia locale e delle piccole-medie comunità".

Entro il 15 gennaio – afferma il testo di legge in esame – il Ministero dell'Interno con apposita circolare darà notizia a ciascun comune dell'importo del contributo ad esso spettante, facendo riferimento al plafond totale stanziato che prevede 400 milioni di euro. "Oltre al summenzionato contributo stiamo lavorando sulle disposizioni normative della finanziaria per garantire lo sblocco dei fondi vincolati derivanti dal risultato/avanzo di amministrazione. I commi 819.826 dell'articolo 1 del Maxiemendamento, infatti, innovano la disciplina giuridica vigente sulle regole di finanza locale consentendo agi enti locali, a partire dal 2019, di utilizzare in modo pieno l'avanzo di amministrazione ed il fondo pluriennale vincolato di entrata e di spesa ai fini dell'equilibrio di bilancio; sarà una boccata d'ossigeno vitale per la finanza pubblica-municipale. Da parte mia c'è la consapevolezza che le piccole realtà locali possono rappresentare un volano per la stimolazione della finanza pubblica e del prodotto interno lordo che necessita di investimenti ed attenzione. In questo caso abbiamo deciso di cucire su misura un rimedio ad hoc per entità comunali di modeste dimensioni, troppo spesso abbandonate dai governi centrali e soggette a logiche partitocratiche. La virtuosità ed il buongoverno torneranno ad essere criteri di attrazione, crescita e sviluppo del nostro territorio" conclude il deputato dell'Alta Padovana".

Redazione NowPadova

giweather joomla module

Direttore responsabile:

Dario Guerra

Proprietario/Editore:

Associazione “Motori e non Solo”

Direttore generale:

Cristian Pinzon

Email: info@nowpadova.com    

Chi è online

Abbiamo 27 visitatori e nessun utente online